Villalba

Piccolo borgo di origine medioevale, in un territorio ammantato di uliveti secolari e vitigni, circondato dal profilo dolce delle colline nissene, Villalba è una piccola cittadina dal profilo geometrico irregolare. Come altri paesi dell’entroterra siculo è sorta nel cuore del feudo intorno alla fattoria padronale, nel Fondo Miccichè, raggiungibile fin dal XII secolo attraverso le impervie trazzere che collegavano Castronovo, Alia e persino Regaleali (culla delle tenute Tasca d’Almerita). Le prime case del paese, che vennero costruite nel 1763 di colore tipicamente bianco, secondo alcuni diedero il nome a Villalba che significa appunto “paese bianco”. Comune votato prettamente all’attività agricola, ha saputo intrecciare la storica sapienza degli agricoltori con la valorizzazione delle tipicità della zona attraverso la coltivazione di pregiati legumi; del pomodoro “siccagnu”, noto anche come l’oro rosso di Villalba; dei cosiddetti “mazzarelli” e i carciofi. La natura prevalentemente argillosa dei terreni conferisce proprietà organolettiche particolari e molto importanti per la nutrizione.


Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere informazioni su prodotti, promozioni e offerte pensate appositamente per te