• Sciacca

Sciacca

Sciacca sorge su una terrazza naturale che si affaccia sul mar Mediterraneo. Il nome deriverebbe dal saraceno Xech, regina , che in seguito divenne Xacca e ancora, sotto la dominazione Romana, Sacca.
Un'altra tradizione riconduce il nome all'arabo syac (bagno) o a Shai al Quaaum, una divinità venerata dai Siriani.
Le origini affondano nella notte dei tempi. Il territorio circostante è infatti costellato da reperti risalenti alla preistoria, ma vide avvicendarsi altre popolazioni, come i Sicani, i Fenici, i Greci e i Romani.
Fu proprio sotto la dominazione Greca che i Selinuntini cominciarono a sfruttare la natura termale del territorio e le stufe vaporose del Monte Kronio, tanto da ribattezzare l'insediamento con il nome di Terme Selinuntine. Oggi Sciacca è sede di una stazione termale aperta tutto l'anno, visitata da saccensi e turisti.
Sciacca è ricca di attrattive: il mare con le sue spiagge di sabbia finissima, le terme, il clima mite, i castelli e le costruzioni civili ed ancora le porte dell'antica cinta muraria ed il porticciolo che ospita una numerosa flotta di pescherecci.
La pesca ricopre un ruolo di primaria importanza nell'economia saccense, che trae vantaggio sia dalla vendita del fresco, che avviene ancora sui moli all'arrivo dei pescatori, sia del lavorato, grazie alle numerose aziende conservittiche presenti nella zona del porto.
Sciacca inoltre è famosa per la lavorazione della ceramica, difatti passeggiando per le stradine della città vecchia, è possibile imbattersi in piccole botteghe che propongono prodotti sia tradizionali che di ricerca.
Nel settore agricolo prevale la coltivazione dell'ulivo, pratica diffusa sin da tempi remoti e nei dintorni e possibile scorgere varie aziende vitivinicole e olearie.
Le numerose bellezze naturali e architettoniche, il centro storico con la sua terrazza che si affaccia sul canale di Sicilia, le spiagge e le terme fanno di Sciacca una delle città più visitate nell'agrigentinto.
 

Vedi mappa

BENEDETTO, BALDO e MARIA SCALIA

Il pescato del mare di Sciacca.

L’industria ittico conserviera di Benedetto Scalia nasce nel 1973 a Sciacca, una splendida località marina sulla costa agrigentina, votata al turismo e alla pesca del pesce azzurro, in particolare acciughe e sarde.
La naturale abbondanza di questo pesce, tipico del Mediterraneo, ha fatto sorgere, nei secoli, tante piccole aziende artigianali per la produzione di sarde salate, acciughe salate e filetti di acciughe. Aziende che ancora oggi prolificano nella zona portuale della città.
Anche l'azienda di Benedetto Scalia parte come una piccola attività su scala quasi familiare, ma..

Vai alla pagina del produttore

Un Viaggio nei nostri territori

Clicca il pin e scopri le nostre tenute
loading

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere informazioni su prodotti, promozioni e offerte pensate appositamente per te