Miele di castagno di Salina

  • Miele di castagno dei Nebrodi
  • Colore scuro, odore e sapore intenso con fondo amaro sono le caratteristiche di questo miele che ne determinano il gusto deciso. È particolarmente ricco di fruttosio e non cristallizza se non dopo molto tempo. Non è vero che tutte le api sono gialle e nere. Esistono api scure e l’ape nera sicula ne è un esempio. Questa razza autoctona ha popolato per millenni la Sicilia, anche se purtroppo il suo allevamento è stato progressivamente abbandonato a partire dagli anni '70 rischiando la totale estinzione. Grazie a Carlo Amodeo, tuttora unico...

  • 6,29 €

Semina

Gli apiari che ricadono nel comprensorio dell'Isola di Salina sono un vero e proprio paradiso ambientale perché le api usufruiscono di “pascoli” incontaminati e quanto mai diversificati che vanno dagli agrumeti all'eucaliptus, fino ad arrivare agli alberi di castagno.

Il miele è la sostanza alimentare che le api producono partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, che esse raccolgono, trasformano, combinano con sostanze proprie e depongono nei loro favi.

Il polline è l'elemento fecondatore dei fiori e si presenta come una fine polvere di colore variabile, in base al fiore di provenienza, dal bianchiccio al rosa, dal giallo al verde, dal rosso al marrone scuro. Ogni singolo granello è un'unità biologica perfetta e completa contenente tutto ciò che necessita alla vita: proteine, vitamine, zuccheri, 21 dei 23 aminoacidi noti, grassi, carboidrati, enzimi, coenzimi, ormoni di crescita e sali minerali.

I mieli siciliani sono tutti a grana fine con caratteristiche organolettiche ben distinte e notevoli varianze di intensità, espressione di un territorio aspro e assolato. L'estrema mitezza del clima siciliano consentono la produzione di monoflora unici di cui in estate quello di castagno.

 

Raccolta

I metodi di allontanamento delle api dai melari non si avvalgono dell'uso di nessuna sostanza chimica ma può avvenire attraverso un soffiatore a spalla, L'estrazione del miele viene effettuata con smielatori per centrifugazione. La purificazione del miele avviene attraverso dei filtri a sacco, segue la decantazione in maturatori nei quali il miele deve risiedere almeno 15 giorni.

Il miele deve essere invasettato prima che inizi la cristallizzazione in quanto bisogna evitare in tutti i modi qualsiasi il processo di riscaldamento dello stesso. Inoltre è auspicabile una conservazione in frigo alla temperatura di 4-5 °C in quanto a tale temperatura l'invecchiamento del miele sarebbe pressocchè interrotto.


Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere informazioni su prodotti, promozioni e offerte pensate appositamente per te