• Isola di Pantelleria

Isola di Pantelleria

L'isola di Pantelleria – o Patelareas (testuggine), secondo il nome bizantino - si trova in provincia di Trapani, a 10 km dalle coste della Sicilia e a 70 da quelle africane, per questo è sempre stata considerata un caposaldo commerciale verso il Levante e un importante scalo intermedio nei rapporti tra Italia e Africa. Abitata sin dall’età del Bronzo (XII-X sec. a. C.), i fenici vi si insediarono costituendovi una colonia, Cossyra, poi conquistata dai Romani durante le guerre puniche. Dal Settecento fu più volte saccheggiata dagli Arabi che ne influenzarono notevolmente la cultura, anche culinaria, e il paesaggio. L'isola è di origine vulcanica e, nonostante l'ultima eruzione risalga al 1891, non mancano ancora oggi acque calde e soffioni di vapore. Con i suoi 836 metri sul livello del mare, Montagna Grande rappresenta il punto più alto dell’isola. A queste particolarità si aggiungono le costruzioni tipiche dell'isola che, nel tempo, hanno contribuito ad esaltare la singolarità del paesaggio naturale di Pantelleria. I Dammusi e i Giardini panteschi sono opere strutturali, di origine araba, che avevano, tra gli altri, lo scopo di proteggere dai forti venti che soffiano anche d'estate, Scirocco e Maestrale. Per questo motivo la vite e l'ulivo, sono coltivate basse proprio per proteggerle dai forti venti. In particolare, la vite è coltivata ad alberello, pratica agricola tradizionale che recentemente è stata candidata dall’Italia alla Lista del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco. Delle coltivazioni tipiche fa parte anche una particolare qualità di cappero che cresce spontaneo e alla quale è stata riconosciuta la denominazione IGP. L'economia dell'isola fa principalmente leva sull'agricoltura anche se negli ultimi decenni si è notevolmente sviluppato il settore dell'ospitalità.

Vedi mappa

GIANCARLO e CHRISTIAN LO PINTO

Direttamente dall'orto di Pantelleria.

L'azienda Konza Kiffi (espressione araba che significa "il senso del gusto") nasce nel 2006 nella fertile terra vulcanica di Pantelleria, dove prosperano la vite e il cappero, dai cui frutti, abilmente lavorati, nascono eccellenti prodotti artigianali, dal profumo intenso. Giancarlo e Christian Lo Pinto hanno avviato la loro attività, mossa dal desiderio di riscoprire e far conoscere, anche al di fuori del territorio siciliano, le tipiche ricette locali, tramandate da generazioni. Le materie prime utilizzate dall'azienda tra cui capperi, uva zibibbo, pomodori secchi e origano - vengono..

Vai alla pagina del produttore

Un Viaggio nei nostri territori

Clicca il pin e scopri le nostre tenute
loading

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere informazioni su prodotti, promozioni e offerte pensate appositamente per te