Cuori di Carciofini di Cerda

  • Cuori di carciofini di Cerda
  • Solo i più pregiati carciofi di Cerda - patria del carciofo siciliano - vengono selezionati e lavorati a mano dall’Azienda Agricola Il Lochetto. Tenerissimi cuori di carciofo sott'olio, tagliati "a coltello", secondo i metodi tradizionali: il segreto della loro bontà sta nel breve intervallo di tempo che intercorre dalla raccolta alla chiusura nel vasetto - mai più di 24/36 ore - che garantisce una croccantezza ed un gusto unici, non paragonabili alle produzioni industriali. Gustosi e sfiziosi, sono ottimi come antipasto o contorno...

  • 7,40 €

Semina

La coltivazione del carciofo ha origini molto antiche. Pare che fin dagli antichi Egizi se ne apprezzassero le qualità organolettiche e le raffinate proprietà.

Il carciofo, è l'unica coltura ortiva da pieno campo che si presta ad essere coltivata in quei territori caratterizzati da scarsità di risorse idriche, non ama il freddo e viene coltivato in zone dove le temperature di rado scendono al di sotto dello zero.
La semina o per meglio dire il trapianto, può essere effettuato per via agamica (per parte di pianta) o per seme. A Cerda avviene per pianta, essa viene estirpata, essicata e trapiantata a pieno campo.

Il carciofo è una coltivazione autunno-invernale-primaverile. Le diverse varietà con specifiche caratteristiche, consentono di anticipare o ritardare la raccolta. Si comincia con la varietà Violetto e Terum per seguire con lo Spinoso ed infine con il Romanesco.

I terreni vengono arricchiti con sostanza organiche provenienti da allevamenti della zona delle Madonie. Durante la vegetazione delle piantine, queste vengono opportunamente zappettate per eliminare i vegetali indesiderati.

 

Raccolta

Ad oggi la Sicilia è la regione che partecipa maggiormente alla leadership che l'Italia detiene a livello mondiale per la produzione del carciofo. La coltivazione avviene in quasi tutte le zone dell'Isola con punte di eccellenza per quanto riguarda la provincia di Palermo, nel piccolo comune di Cerda. Una leadership da salvaguardare, considerando l'insistente scalata nel mercato globale di nuovi paesi produttori come la Cina, il Brasile e il Cile.

La raccolta sempre in base alle varietà si pratica a partire da ottobre fino a maggio, quando la pianta inizia a produrre i primi boccioli floreali, e si effettua recidendo nettamente i capolini fiorali in bocciolo, insieme ad una parte di gambo fogliato.

I carciofini vengono immediatamente lavorati ed invasettati con la tecnica del “dal fresco”.


Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere informazioni su prodotti, promozioni e offerte pensate appositamente per te