Cristalli di sale di Mozia

Semina

La zona geografica di produzione del Sale Marino Artigianale di Trapani, comprende i territori dei Comuni di Trapani, Paceco e Marsala, quei comuni in cui risiedono le saline della fascia costiera che includono le Isole dello Stagnone di Marsala: Isola Grande, Isola di Mozia, Isola di Santa Maria.

La coltivazione della salina ha periodicità annuale. Ha inizio ad aprile con la prima immissione di acqua marina nelle vasche di prima entrata e procede per l’intero periodo estivo culminando in due/ tre raccolti.

La produzione del sale marino avviene proprio dentro le saline, dei vasi comunicanti alimentati dal mare e da un fitto sistema di canali interni delimitati da argini in conci di tufo e/o in terra e talvolta in legno.

La superficie delle saline si divide in 4 grandi ordini: le vasche di prima entrata, a contatto con il mare alimentate attraverso delle tecniche dei salinari oppure tramite pompe o mulini a vento; le vasche di “servizio” alimentate dalla “fridde”; le vasche “caure” o evaporanti, nelle quali ha luogo la precipitazione dei carbonati e dei solfati ed infine le vasche “salanti”, l’ultimo anello della catena di trasformazione delle acque marine. Durante il passaggio da una vasca all’altra, aumenta la densità dell’acqua e cambiano gli elementi naturali che precipitano.

 

Raccolta

I “cristalli di salina”  sono i grossi cristalli selezionati a mano dal centro dei cumuli di sale, bianchissimi proprio perché ne rappresentano il cuore e non entrano in contatto con nessun agente esterno.

La produzione avviene durante il periodo estivo, in particolare nel mese di luglio, agosto e settembre. Si possono compiere anche 3 raccolti, a seconda delle condizioni climatiche e alla disponibilità di mano d’opera specializzata. Il sale viene raccolto manualmente e accumulato attraverso dei nastri trasportatori, a bordo della stessa vasca da cui proviene.
Dopo la raccolta esso viene sapientemente coperto e l’asciugatura avviene in modo naturale.

Il sale industriale si ottiene sottoponendo il sale a trattamenti di lavaggio e sbiancatura che lo rendono sì bianco, ma lo privano di gran parte delle sostanze naturale. Quello marino artigianale invece è un sale del tutto naturale, essendo prodotto e raccolto in condizioni climatiche e ambientali ottimali, non necessita di essere lavato ed essiccato ad alte temperature.


Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere informazioni su prodotti, promozioni e offerte pensate appositamente per te